Statuto


Statuto sociale dell'Associazione "Amici di Venzone",
registrato all'Ufficio delle Entrate:  pag.1 - pag.2 - pag.3 - pag.4


STATUTO

Art. 1- DENOMINAZIONE
Ai sensi dell'art. 14 e seguenti del Codice Civile, è stata costituita in Venzone in data 29/8/1971 con atto costitutivo, rogito notaio dr. Rodolfo Ridolfi in Gemona del Friuli, l'Associazione denominata Amici di Venzone. Lo Statuto, parte integrante dell’atto costitutivo, in data 15/12/1977 è stato modificato con atto del notaio Bruno Lepre in Tolmezzo.
L’Associazione Amici di Venzone -il cui acronimo è ASSAV- ha sede legale in Piazzetta Duomo, 2 33010 Venzone (UD).
Possono essere istituite sedi secondarie su tutto il territorio nazionale. La variazione della sede non costituisce modifica statutaria.
L'Associazione è apolitica e apartitica, è costituita a tempo indeterminato e non persegue fini di lucro.
Gli eventuali utili e avanzi di gestione devono essere investiti nelle attività istituzionali dell'Associazione.
L'Associazione è regolata dalle disposizioni del presente Statuto sotto la vigilanza delle autorità designate dalla legislazione vigente.

Art. 2 - FINALITA'
Scopi dell'Associazione Amici di Venzone sono: 
  • a) acquisire oggetti e documenti di interesse storico o artistico riguardanti Venzone e la sua Terra, schedarli, catalogarli e possibilmente esporre al pubblico le raccolte
  • b) promuovere e valorizzare studi e iniziative culturali su Venzone, anche mediante la pubblicazione di un bollettino; 
  • c) tutelare e valorizzare il patrimonio storico-artistico, paesaggistico e naturalistico di Venzone.
Art. 3 - MEZZI FINANZIARI E PATRIMONIO
Le risorse economiche dell'Associazione Amici di Venzone sono costituite da:
a) quote associative;
b) proventi di gestione;
c) eventuali rendite patrimoniali;
d) contributi, donazioni e lasciti di persone fisiche o giuridiche sia pubbliche sia private;
e) eventuali proventi derivanti da erogazione di servizi e prestazioni;
f) beni immobili e mobili acquisiti dall'Associazione Amici di Venzone;
g) beni mobili costituiti dalle raccolte di oggetti e documenti di interesse storico e artistico.
I beni mobili di cui ai punti f) e g) sono quelli elencati nell'inventario redatto a cura del Consiglio Direttivo e dalle donazioni e lasciti di beni mobili che dovessero essere devoluti all'Associazione Amici di Venzone a titolo di incremento del patrimonio.

Art. 4 - SOCI

L'Associazione Amici di Venzone è aperta a tutti coloro i quali siano interessati alla realizzazione delle finalità di cui all'art. 2 e che ne condividano lo spirito e gli ideali.
I soci si distinguono in:

SOCI ORDINARI E SOCI SOSTENITORI
Si diviene soci ordinari o soci sostenitori inoltrando domanda di ammissione al Presidente del Consiglio Direttivo e versando la relativa quota di iscrizione stabilita all'inizio dell'anno sociale. Qualora a giudizio insindacabile del Consiglio Direttivo la domanda venga respinta, la quota di iscrizione sarà restituita. I soci ordinari e i soci sostenitori che versano regolarmente ogni anno la quota sociale hanno diritto di:
a) ricevere gratuitamente il bollettino annuale, salvo diversa deliberazione adottata dal Consiglio Direttivo, di anno in anno, per ragioni economiche;
b) prendere parte a tutti i lavori assembleari dell'Associazione Amici di Venzone;
c) eleggere nel Consiglio Direttivo sette loro rappresentanti (almeno due dei quali residenti nel Comune di Venzone) i quali possono essere riconfermati.
Il socio ordinario che voglia diventare sostenitore dovrà corrispondere la quota annuale stabilita per i sostenitori dal Consiglio Direttivo.

SOCI ONORARI
Si diviene soci onorari su proposta del Presidente e deliberazione del Consiglio Direttivo. I soci onorari non sono tenuti al versamento della quota di iscrizione e della quota sociale annuale, ma godono degli stessi diritti dei soci ordinari.
I soci fondatori dell’Associazione Amici di Venzone sono soci onorari.
Tutti i soci hanno diritto di voto nell'Assemblea generale per l'approvazione del rendiconto economico, per le modifiche statutarie e per le nomine degli organi direttivi. La qualifica di socio cessa per dimissioni volontarie, per morosità, o per espulsione deliberata dal Consiglio Direttivo per comportamento contrastante con gli scopi statutari. In caso di morosità il Segretario procede a sollecitare il pagamento della quota e, in mancanza di riscontro entro un triennio e del pagamento di tutte le annualità pregresse, interviene la decadenza per morosità.

Art. 5 – ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE
Sono organi dell'Associazione Amici di Venzone:
a) l'Assemblea generale dei soci (ordinaria e straordinaria);
b) il Consiglio Direttivo.

Art. 6 – ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI
L'Assemblea generale dei soci, sia essa ordinaria sia straordinaria, è l'organo sovrano e può prendere tutte le decisioni necessarie per il corretto funzionamento della vita associativa. Le sue deliberazioni sono vincolanti per tutti gli associati.

ASSEMBLEA ORDINARIA
All'Assemblea generale ordinaria dei soci hanno diritto di intervento e di voto i soci regolarmente iscritti nel libro soci entro il mese antecedente alla data di convocazione ed in regola con la quota sociale. Essa è convocata almeno una volta all'anno dal Presidente, che ne fissa l'ordine del giorno, con invito scritto inviato per posta o via telematica, con almeno dieci giorni di anticipo. Può essere convocata anche fuori dalla sede sociale purché sul territorio nazionale.
L'Assemblea generale ordinaria si intende regolarmente costituita con la presenza di almeno metà più uno dei soci; mancando tale numero l'Assemblea generale ordinaria sintende convocata lo stesso giorno in seconda convocazione un'ora dopo la prima e sarà valida qualunque sia il numero dei presenti. Le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta dei presenti.
Ogni socio potrà rappresentare, per delega scritta non più di due altri soci.
Spetta all'Assemblea generale ordinaria:
a) approvare il bilancio consuntivo e preventivo;
b) approvare la relazione morale del Presidente;
c) eleggere il Consiglio Direttivo;
e) deliberare sull'orientamento generale dell'attività sociale;
f) deliberare su ogni altro argomento posto all'ordine del giorno.
Le deliberazioni si prendono a maggioranza dei voti presenti o delegati a norma dell'art. 2532 del Codice Civile. La votazione viene effettuata per alzata di mano, salvo altra forma stabilita dal Presidente. Alle cariche sociali sono eletti coloro che avranno riportato il maggior numero di voti. A parità di voto sarà eletto il più anziano.

ASSEMBLEA STRAORDINARIA
Quando ritenuta necessaria, una Assemblea generale straordinaria dei soci potrà essere convocata dal Consiglio Direttivo o da almeno un quinto dei soci.
Le eventuali modifiche al presente Statuto potranno essere discusse e deliberate solo dall'Assemblea generale straordinaria dei soci, se poste all'ordine del giorno; per tali deliberazioni occorrerà la presenza di almeno la metà degli associati più uno, ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti o in delega.
La delibera di scioglimento o messa in liquidazione dell'Associazione Amici di Venzone potrà essere discussa e deliberata solo dall'Assemblea generale straordinaria dei soci, se posta all'ordine del giorno; per tale deliberazione occorrerà la presenza dei tre quarti dei soci e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
Per la convocazione, la rappresentanza e la deliberazione, salvo quanto di diverso qui espressamente indicato, valgono le modalità dell'Assemblea generale ordinaria.

Art. 7 – CONSIGLIO DIRETTIVO
L'Associazione Amici di Venzone è retta da un Consiglio Direttivo, che rimane in carica cinque anni, composto da 15 membri, 8 dei quali di diritto e 7 eletti dall'Assemblea tra i soci candidati. Questi ultimi sono rieleggibili.
Sono membri di diritto, senza diritto di voto: 

  • a) il Sindaco pro tempore del Comune di Venzone o un suo delegato. 
  • b) il Presidente della Società Filologica Friulana o un suo delegato.
  • c) il Presidente pro tempore della Pro Loco Pro Venzone o un suo delegato.  
  • d) Il Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Friuli Venezia Giulia pro tempore o un suo delegato. 
  • e) quattro studiosi benemeriti per studi o iniziative di salvaguardia del patrimonio storico artistico di Venzone, designati dal Consiglio Direttivo per un periodo di anni cinque, rinnovabili.
I membri di diritto decadono al termine del proprio mandato istituzionale o vengono esclusi su loro specifica richiesta.
Il Consiglio Direttivo elegge nel proprio seno, tra i 7 membri eletti di cui all'art. 6, il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario ed il Tesoriere che restano in carica per cinque anni e sono rieleggibili. Il Consiglio Direttivo si riunisce ogniqualvolta il Presidente lo ritiene opportuno o su richiesta di almeno tre consiglieri. Le deliberazioni del Consiglio Direttivo sono valide qualunque sia il numero dei membri presenti, a maggioranza semplice, con voto palese. In caso di parità prevale il voto del Presidente.
Il Consigliere avente diritto di voto che, regolarmente convocato, senza giustificato motivo non interviene ai lavori consiliari per tre riunioni successive, è ritenuto dimissionario e viene surrogato dal primo dei candidati non eletti.
Al Consiglio Direttivo spettano i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione dell'Associazione Amici di Venzone con facoltà di delegare i propri poteri ad uno o più componenti del medesimo Consiglio.

Il Consiglio Direttivo
a) promuove l'attività dell'Associazione;
b) delibera sull'ammissione e sull'espulsione dei soci;
c) redige il bilancio preventivo e consuntivo, da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea, cura l'ordinaria amministrazione, delibera l'importo della quota discrizione e associativa annua;
d) fissa la data delle assemblee ordinarie dei soci; convoca l'assemblea straordinaria qualora lo ritenga necessario o venga richiesto dai soci a norma dell'articolo 6 del presente Statuto;
f) propone modifiche statutarie;
g) pianifica l'attività dell'Associazione rispettandone le finalità statutarie e le direttive deliberate dall'Assemblea.

Art. 8 - FUNZIONI

IL PRESIDENTE ha la rappresentanza legale dell'Associazione Amici di Venzone, convoca presiede e determina l'ordine del giorno delle adunanze del Consiglio Direttivo e delle Assemblee, facendone eseguire le deliberazioni. Firma gli atti ufficiali, cura la regolare attività dell'Associazione, promuovendone l'incremento e mantiene le pubbliche relazioni. In caso di necessità, adotta i provvedimenti necessari nell'interesse dell'Associazione informandone il Consiglio Direttivo nella prima seduta successiva.
In caso di assenza o impedimento è sostituito in toto dal Vice Presidente.

IL SEGRETARIO custodisce il patrimonio dell'Associazione Amici di Venzone, aggiorna i libri contabili e provvede alla stesura dell'inventario dei beni mobili. Aggiorna il libro Soci, il libro dei verbali del Consiglio Direttivo e delle Assemblee; conserva i documenti fiscali e cura la corrispondenza. Provvede alle esazioni ed ai pagamenti, tenendo il registro delle entrate e delle uscite. Elabora i bilanci preventivi e consuntivi. Tiene la relazione finanziaria all'assemblea annuale. Coadiuva il Presidente in tutte le attività di gestione, mantiene i rapporti continuativi con gli uffici pubblici, gli enti e le istituzioni. Firma la corrispondenza che non impegna l'Associazione.

IL TESORIERE controlla la gestione e la contabilità, verificandone la materialità e la corrispondenza. Del suo operato relaziona il Consiglio Direttivo. Sostituisce, in caso di assenza o impedimento, il Segretario.

Il Vice Presidente (quando sostituisce il Presidente) e il Tesoriere (quando sostituisce il Segretario) anche disgiuntamente, sono delegati alla firma. Pagamenti e incassi potranno essere effettuati solo su ordinativi firmati dai succitati componenti il Consiglio Direttivo.
Le funzioni di tutti i membri del Consiglio Direttivo, nessuno escluso, sono gratuite e non danno luogo a emolumenti di sorta, salvo il rimborso delle spese anticipate per conto dell'Associazione, su presentazione di distinta analitica dei costi sostenuti e previa deliberazione del Consiglio Direttivo. All'Associazione Amici di Venzone è vietato distribuire anche in modo indiretto utili, avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale, sia durante la vita dell'Associazione sia all'atto del suo scioglimento.

Art. 9 - ANNO SOCIALE E RENDICONTO FINANZIARIO
L'anno sociale e l'esercizio finanziario iniziano il 1° gennaio e terminano il 31 dicembre; il rendiconto deve rappresentare in modo chiaro e corretto la situazione economica dell'Associazione e viene messo a disposizione di tutti i Soci.

Art. 10 - DISPOSIZIONI FINALI
In caso di scioglimento dell'Associazione Amici di Venzone, i beni mobili ed immobili saranno devoluti alla Regione Friuli Venezia Giulia, ma dovranno rimanere nell'ambito del Comune di Venzone ed ivi essere amministrati e utilizzati. In caso di ricusazione, passeranno in proprietà del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (alle medesime condizioni) ed in caso di ricusazione anche di questo, passeranno in proprietà del Comune di Venzone.

Per quanto non espressamente contemplato nel presente Statuto valgono, in quanto applicabili, le norme del Codice Civile e le disposizioni di legge vigenti.




Nessun commento:

Posta un commento